Interior Design Country Style
Non ci sono articoli nel tuo carrello
Filters
Cerca
Close

Cocktail Negroni

Produttore:: Nio Cocktails
SKU: CITA11601
Cocktail Negroni
€ 7,00
+ -

 

Un equilibrio secco e agrodolce di amari, Vermouth Cocchi e Gin Tanqueray.

 

Gin Tanqueray | Vermouth Cocchi | Bitter Campari | Angostura | 100 ML | 22% VOL.

 

Portiamo a casa tua o ovunque tu preferisca, una esperienza di degustazione ricca di qualità e di emozione. Regalati o regala un piacevole momento sensoriale: i nostri cocktail sono creati su ricetta di Patrick Pistolesi e spediti in un packaging di design, interamente riciclabile.

 

La storia dei cocktail: il Negroni

Il Negroni fu creato a Firenze tra il 1919 e il 1920 dal Conte Camillo Negroni: in quegli anni il Conte era solito frequentare l’aristocratico Caffè Casoni in via de’ Tornabuoni e – stanco del solito Americano – chiese al barman Fosco Scarselli l’aggiunta di una punta di gin anziché di soda, in onore dei suoi recenti viaggi a Londra. Quello che per il Conte era “il solito” divenne per gli altri “Un Americano alla maniera del Conte Negroni” e per questa ragione prese il nome del Conte che lo amava così tanto. Il cocktail divenne popolare a partire dagli anni Cinquanta, dapprima in Italia e poi in tutto il mondo, tanto da essere citato in uno dei romanzi della saga di James Bond di Ian Fleming, Risiko, nel quale il mitico agente 007 in un suo soggiorno nella Penisola ordina, appunto, un Negroni.

 

Un equilibrio secco e agrodolce di amari, Vermouth Cocchi e Gin Tanqueray.

 

Gin Tanqueray | Vermouth Cocchi | Bitter Campari | Angostura | 100 ML | 22% VOL.

 

Portiamo a casa tua o ovunque tu preferisca, una esperienza di degustazione ricca di qualità e di emozione. Regalati o regala un piacevole momento sensoriale: i nostri cocktail sono creati su ricetta di Patrick Pistolesi e spediti in un packaging di design, interamente riciclabile.

 

La storia dei cocktail: il Negroni

Il Negroni fu creato a Firenze tra il 1919 e il 1920 dal Conte Camillo Negroni: in quegli anni il Conte era solito frequentare l’aristocratico Caffè Casoni in via de’ Tornabuoni e – stanco del solito Americano – chiese al barman Fosco Scarselli l’aggiunta di una punta di gin anziché di soda, in onore dei suoi recenti viaggi a Londra. Quello che per il Conte era “il solito” divenne per gli altri “Un Americano alla maniera del Conte Negroni” e per questa ragione prese il nome del Conte che lo amava così tanto. Il cocktail divenne popolare a partire dagli anni Cinquanta, dapprima in Italia e poi in tutto il mondo, tanto da essere citato in uno dei romanzi della saga di James Bond di Ian Fleming, Risiko, nel quale il mitico agente 007 in un suo soggiorno nella Penisola ordina, appunto, un Negroni.